EFFICACIA ED ADEGUATEZZA DEL SISTEMA DI GESTIONE SA8000

Casamassima, 24.04.2014

1.1.    scopo del riesame

1.1.1. Lo scopo di sottoporre a riesame il sistema per la responsabilità sociale adottato in azienda è stato sia quello di  verificarne l'adeguatezza, l’idoneità e l'efficacia oltre alla rispondenza con la norma SA8000,  sia quello di verificare il grado di implementazione dello stesso.

1.1.2. In questo riesame  sono esaminati i singoli punti della norma, le azioni messe in campo dalla direzione e gli eventuali obiettivi di miglioramento da raggiungere.

1.2.    adeguatezza DELLA politica PER LA RESPONSABILITA’ SOCIALE

1.2.1. La politica per la responsabilità sociale è ritenuta ancora valida ed è disponibile sul sito, così come il modulo reclami/suggerimenti  che è stato modificato, inserendo anche i riferimenti del RINA e del SAI a cui i lavoratori possono inviare il modulo suddetto. La politica è stata consegnata a tutti i dipendenti in allegato alla busta paga la prima volta e ai nuovi assunti; inoltre a tutti i lavoratori è stato distribuito un vademecum sulla SA800 e i suoi principi; anche questo vademecum viene distribuito ai nuovi assunti (anche se temporanei).

 

1.3.    EFFICACIA ED ADEGUATEZZA DEL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE

1.3.1. Lavoro infantile: Per quanto concerne tale punto si conferma che la società non si è mai avvalsa e non ha nessuna intenzione di avvalersi in futuro di lavoro infantile; comunque, al fine di tutelare i bambini lavoratori, continua la campagna di informazione nei confronti dei ns fornitori e sub fornitori, al fine di sensibilizzarli su tale aspetto.

1.3.2. Lavoro Obbligato: In merito a tale punto della norma la società conferma di non attuare né favorire l’uso del lavoro forzato, né richiede al personale di consegnare “depositi” o documenti d’identità all’inizio del rapporto di lavoro con la Società. noltre è preciso impegno della direzione adoperarsi affinché tutto il personale e le parti interessate siano sensibilizzate a rilevare tali casi ed a porre rimedio. Confermato l’obiettivo seguente:

OBIETTIVI 2013: Nel corso del 2012 sono state effettuate attività di formazione al personale.

OBIETTIVI 2014: nel corso del 2014 si valuteranno dei sistemi per sensibilzzare gli stakeholders interessati su tale problematica.

1.3.3. Sicurezza sui luoghi di lavoro: In merito a tale aspetto si sottolinea che viene portato avanti il programma di formazione e aggiornamento per i dipendenti. Inoltre la società ha concluso il percorso di certificazione secondo la norma OHSAS 18001. Nel corso del 2013 sono stati effettuati i corsi di formazione e aggiornamento sulla sicurezza ai lavoratori dei diversi centri cottura. Sono stati aggiornati i DVR dei singoli centri cottura. Nel 2013 si sono verificati 7 infortuni su un totale di 328530 ore lavorate e per un totale di 180 gg, determinando un IFQ del 21.31 ed un IDG di 0.55. Nel 2012 si sono verificati 26 infortuni con 330254 ore di lavoro  e 675 giorni di infortunio, a differenza del 2011 in cui si sono avuti 14 infortuni con 360418 ore di lavoro e 509 giorni di infortunio. Alla data del presente riesame risultano 5 infortuni con 68958 ore e 70 giorni.

 

OBIETTIVI 2013-2014:

Miglioramento  del sistema della sicurezza aziendale

AZIONE

RESPONSABILITÀ

TEMPI PREVISTI

Stato avanzamento

Monitorare il parco macchine e attrezzature, verificare la conoscenza e il corretto uso da parte degli addetti. Sostituzione e rinnovo attrezzature obsolete

RSPP

 

Dicembre 2013

Con la certificazione OHSAS 18001 si è provveduto ad una ricognizione dello stato di  manutenzione di tutte le attrezzature, recuperando anche i manuali di manutenzione che non erano disponibili in azienda

La direzione ha avviato una nuova politica sulla informazione e prevenzione degli infortuni sul lavoro

Direzione

RSPP, RSG; RLSSA8000

Tutto il 2013

Con la certificazione OHSSS 18001 si è dato  un forte impulso alle attività formative in materia di salute e sicurezza, allargando la rosa dei partecipanti ai corsi obbligatori per legge.

 

Per quanto concerne le malattie professionali, ad oggi e per tutto il 2013, 2012 e 2011, non si sono verificati eventi di  malattie professionali.

.

 

Obiettivo 2013-2014

AZIONE

RESPONSABILITÀ

TEMPI PREVISTI

Stato avanzamanento

Formazione a tutti i componenti delle squadre di emergenza, primo soccorso del perosnale interessato presento in tutti i centri cottura

RSPP + Direzione

 

Giugno 2013

A marzo risultano effettuati tutti i corsi di formazione previsti

Formalizzazione dei preposti per i centri cottuara

RSPP- DIREZIONE

ENTRO MARZO 2013

Formalizzata presenza dei preposti mediante lettere

Ottenimento della certificazione OHSAS 18001

Direzione

RSPP, RSG; RLSSA8000

Entro Maggio 2013

Nel mese di aprile si è tenuto il secondo stage

 

 

 

 

1.3.4. Libertà di Associazione e Diritto alla Contrattazione Collettiva: In merito a tale punto la direzione oltre a rispettare il diritto di tutto il personale di formare ed aderire a sindacati di propria scelta e ad effettuare la contrattazione collettiva, garantisce che i rappresentanti sindacali non siano soggetti a nessuna discriminazione. Impegno della direzione è di adoperarsi affinché tutto il personale e le parti interessate siano sensibilizzate a rilevare i casi in cui tale diritto non sia rispettato ed a porre adeguato rimedio. Da un punto di vista di inquadramento lavorativo vi sono lavoratori assunti con contratto Part-time (personale delle mense, centri cottura, dovuto principalmente alla tipologia dei servizi effettuati) che  Full-time (personale uffici). La società fa ricorso a forme contrattuali flessibili (interinale). E’ stato calcolato un indice di sindacalizzazione dato dal rapporto tra dipendenti iscritti al sindacato e dipendenti totali. Nel 2013 l’indice è stato pari al 29%, mentre nel 2012 l’indice è pari al 27.64% ; ad oggi con 138 lavoratori sindacalizzati, si conferma un tasso del 29%, con 9 sigle sindacali. Con cadenza quadrimestrale viene monitorato l’andamento di tale rapporto. Per tale punto non si ritiene debbano essere definiti obiettivi di migliormento.

1.3.5. Discriminazione: la Direzione non intende attuare né favorire la discriminazione in materia di assunzione, compensi, accesso alla formazione, promozione, fine del rapporto di lavoro o pensionamento in relazione a razza, ceto, origine nazionale, religione, invalidità, sesso, età, orientamento sessuale, appartenenza sindacale o affiliazione politica. Presso la Società non sono assolutamente permessi comportamenti, compresi gesti, linguaggi e contatti fisici, che siano sessualmente coercitivi, minacciosi, offensivi o sfruttanti. La direzione si adopera affinché, tutto il personale e le parti interessate, siano sensibilizzati a rilevare tali casi e a porre rimedio. Nel 2013 sono stati avviati 39 procedimenti disciplinari, nel 2012 28 procedimenti, mentre alla data del presente riesame risultano avviati 11 procedimenti disciplinari. Per i dettagli sulle sedi, sui motivi e sul tipo di sanzione, si rimanda allo schema allegato al presente riesame. Facendo un confronto mese anno in corso/mese anno precedente, si riscontra una riduzione dei procedimenti disciplinari

 

OBIETTIVO 2013-2014:

AZIONE

RESPONSABILITÀ

TEMPI PREVISTI

Mantenere il numero di pratiche disciplinari del 2012

Direzione

Dicembre 2014

.

1.3.6. Orario di Lavoro: In merito a tale punto la Società rispetta il Contratto di categoria nel quale è stabilito sia l’orario settimanale lavorativo, sia la disciplina degli straordinari. La tipologia delle commesse in essere della Società, soggette a repentine variazioni, rendono difficoltosa una gestione degli orari, per cui frequentemente al personale viene chiesto, per sostituire colleghi per ferie, malattie, di fare del lavoro oltre gli orari contrattualmente previsti. Per limitare e prevenire che eventuali ore straordinarie superino le ore massime previste da contratto e per legge, è stato predisposto un sistema di monitoraggio con controllo mensile, dal quale si può rilevare il numero delle ore di lavoro ordinarie, supplementari e straordinarie. In tal modo quando le ore lavorate da un dipendente si avvicinano ai predetti limiti, si provvede nel mese successivo a compensare le ore in più con periodi di riposo. Inoltre, nell’ambito del controllo giornaliero/settimanale si fa in modo che nell’organizzare i turni, il lavoratore possa rispettare quanto previsto dalla legge in materia di riposo giornaliero e settimanale. Alla fine del 2011 è stata rilevata una % di lavoro straordinario pari a 3.72% delle ore complessivamente lavorate, mentre nel 2012 tale % si attesta al 3.61%. Nel 2013 si ha una % del 2.27. Ad oggi si ha una % del 2.25 e si ritiene che si manterrà il valore pari a quello del 2013. Anche in merito ai giorni di ferie si è adottato un sistema di monitoraggio, finalizzato a tener sottocontrollo i ratei, per salvaguardare la tutela psicofisica del lavoratore

 

1.3.7. Retribuzione: In merito all’impegno affinchè gli stipendi ed i compensi soddisfino sempre almeno i livelli minimi previsti dalla legge o dal contratto collettivo di riferimento e siano sempre sufficienti a soddisfare le esigenze di base del personale, si è verificato che per ogni attività espletata si applica il corrispondente contratto collettivo nazionale con i rispettivi rinnovi economici previsti. I CCNNL applicati in azienda sono tre.

1.3.7.

1.4.    COMUNICAZIONE

1.4.1. Continua il processo di comunicazioni finalizzato ad informare tutti i lavoratori sulle funzioni del Rappresentante per la SA8000, anche mediante la consegna di un modello informativo, a tutti i dipendenti.

1.4.2. Per quanto concerne la comunicazione con i fornitori, sebbene siano stati inviati i questionari di valutazione e l’impegno a rispettare i principi della SA8000, non sono rientrati molti questionari.

1.4.3. In merito agli obiettivi definiti nel precedente riesame della direzione si ritiene valida la prosecuzione della campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza sui luoghi di lavoro.

 

OBIETTIVO 2013-2014

Campagna di Sensibilizzazione sulla sicurezza sui luoghi di lavoro

 

AZIONE

RESPONSABILITÀ

TEMPI PREVISTI

E' tra le priorità della direzione la formazione e l'informazione per la sicurezza sui luoghi di lavoro e la divulgazione delle norme sulla R.S.

Sono stati individuati quali indicatori: il numero e la tipologia di infortuni. Le giornate di assenza per infortunio.

Saranno effettuate VII per verificare lo stato di apprendimento, distribuiti questionari per la verifica della conoscenza e l'uso dei DPI.

Direzione

Tutto il 2013 e 2014

 

 

1.5.    ADDESTRAMENTO, FORMAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE DEL PERSONALE

1.5.1. Sul lato della formazione e dello sviluppo delle competenze e delle professionalità dei propri collaboratori, la Società ha in essere un sistema consolidato grazie all’implementazione del sistema di gestione qualità/ambiente/sicurezza alimentare/rintracciabilità. Ai nuovi dipendenti (anche lavoratori interinali) viene consegnato tutto il materiale informativo necessario e viene effettuato un corso di avvio al lavoro direttamente seguito dal RSPP. Semestralmente vengono fatti degli aggiornamenti di gruppo o distribuito del materiale informativo secondo i vari settori di intervento.

1.6.    FORNITORI

1.6.1. Per quanto concerne l’aspetto fornitori, si rileva una carenza nelle attività di monitoraggio in merito al rientro dei questionari di valutazione e del codice di comportamento sottoscritto, nel quale è evidenziato l’impegno, da parte del fornitore, di rispettare i requisiti della Norma SA8000 e a rendersi disponibile per eventuali monitoraggi sul rispetto degli stessi da parte dell’organizzazione, pena l'esclusione dall'elenco fornitori.

 

 

1.7.    RISULTATI DEGLI audit interni ed esterni

1.7.1. A seguito della verifica ispettiva interna del 29/03/2014 è emerso un rilievo relativo al fatto che non risultano rientrati i questionari/codici di comportamento inviati ai fornitori. Si sta procedendo con il sollecito ai fornitori, aggiornando il piano di monitoraggio degli stessi.

1.7.2. Per quanto concerne l’ultimo audit esterno effettuato da parte del RINA in data 13/09/2013 sono emersi 5 rilievi di seguito descritti inerenti a due tipologie: 4 inerenti la sicurezza (dalla 1 alla 4) ed uno inerente il sistema SA8000 (n. 5):

Ø    Oss1: in tutti i centri cottura sono stati resi più visibili i cartelloni indicanti la portata della scaffalatura;

Ø    Oss2: In tutti i COT sono stati consegnati i giubotti per l’accesso alle celle frigo

Ø    OSS3: E’ stata effettuata formazione sui near miss, ma risultano nulli i moduli rientrati

Ø    OSS4: In tutte le planimetrie sono stati meglio evidenziati i presidi di soccorso

Ø    OSS5: E’ stato aggiornato l’elenco delle leggi e norme disponibili in azienda.

 

Pastore S.r.l.
Via Boccaccio, 5 - 70010 Casamassima (BA)
P.IVA 04209100728
Tel. 080.67.10.33 - Fax 080.67.19.80
 info@pastoresrl.com 


© 2016 Pastore Srl